• HOME

  • AGGIORNAMENTI

Ricerca Aggiornamenti

algolia
Digitare il testo di ricerca e premere invio.

Aggiornamenti Pubblicazioni

CRISI AZIENDALE: mancato pagamento delle sanzioni tributarie

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 20389 del 28 settembre 2020, ha chiarito che le sanzioni fiscali devono essere pagate anche in caso di grave crisi aziendale e di mancanza di liquidità. La crisi aziendale dovuta ad una sfavorevole congiuntura economica del tutto esterna al contribuente, con conseguente carenza di liquidità e impossibilità di assolvere all’obbligazione tributaria, infatti, non è di per sé sufficiente a integrare una causa di forza maggiore ex art. 6, comma 5, del D.lgs. n. 472/1997 ed evitare il pagamento delle sanzioni per l’omesso versamento di tributi.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Separazione consensuale e gratuito patrocinio

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 20545 del 29 settembre 2020, ha risolto la questione della cumulabilità o meno dei redditi dei coniugi ai fini della concessione del patrocinio a spese dello Stato in relazione ad una causa di separazione consensuale. I giudici di legittimità hanno, quindi, chiarito che il giudizio di separazione consensuale – giudizio che non ha ad oggetto diritti della personalità – rientra nei processi in cui gli interessi del richiedente sono in conflitto con quelli degli altri componenti il nucleo familiare con lo stesso conviventi per i quali non si tiene conto del cumulo dei redditi, con la conseguente ammissibilità dell’accesso al patrocinio a spese dello Stato.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

La crisi coniugale in ambito internazionale

Nel caso in cui si addivenga ad una crisi coniugale nell’ambito di una coppia internazionale o mista -fenomeno sociale in costante crescita attesa la maggiore mobilità dei cittadini comunitari ed extracomunitari all’interno dello spazio dell’Unione Europea - si pone il problema di stabilire il diritto applicabile nonché il giudice competente in tema di separazione e divorzio. Le difficoltà al riguardo sono legate fondamentalmente alle intrinseche e sostanziali differenze che vi sono tra i sistemi di diritto propri degli ordinamenti giuridici dei vari Stati. Il Regolamento UE n. 1259 del 20 dicembre 2010, completando il Regolamento UE n. 2201/2003, attua una cooperazione rafforzata in materia di legge applicabile al divorzio e alla separazione personale introducendo un insieme unico di norme volte a determinare quale legge nazionale debba essere applicata alle procedure di divorzio o separazione personale riguardanti coniugi con cittadinanze diverse che vivono in un paese diverso da quello di cui abbiano la cittadinanza o che non vivono più nello stesso paese dell’Unione europea.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

DISABILITÀ DEL LAVORATORE: limiti ai permessi ex L. n. 104/1992

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 20243 del 25 settembre 2020, ha formulato il principio di diritto in virtù del quale i permessi di cui all’art. 33, comma 6, della L. n. 104/1992 sono riconosciuti al lavoratore portatore di handicap in ragione della necessità di una più agevole integrazione familiare e sociale, senza che la fruizione del beneficio debba essere necessariamente diretto alle esigenze di cura.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Separazione giudiziale: pagamento diretto dei titoli in comunione

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 18156 del 1 settembre 2020, ha chiarito che, in tema di separazione legale, la circostanza che la comunione legale sia cessata in corso di causa non comporta automaticamente la cessazione della proprietà comune dei coniugi e l’impossibilità di eseguire la prestazione in favore della comunione, trasformatasi, per effetto della cessazione del regime legale, in comunione ordinaria. Nel corso del procedimento di separazione, infatti, in caso di scioglimento della comunione legale, il coniuge creditore può chiedere all’altro di rimettere nella comunione - non più legale - il frutto della vendita unilaterale dei titoli azionari acquistati in costanza di matrimonio o anche mutare domanda chiedendone la liquidazione diretta pro quota.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Aggiornamenti Pubblicazioni

Aggiornamenti al 25/10/2020
1446

Scarica la nostra APP

Scarica la nostra APP e riceverai in tempo reale le notifiche degli aggiornamenti.

Come scaricare gli aggiornamenti

Oltre al libro forniamo sempre aggiornamenti e/o integrazioni per tenere aggiornato il professionista.

L'area aggiornamenti è una sezione del nostro portale dedicata ai nostri clienti che hanno comperato una nostra opera editoriale.

Gli aggiornamenti sono offerti gratuitamente ai nostri iscritti. Peranto, per poter scaricare i contenuti bisogna registrarsi con il codice di registrazione che viene fornito insieme all'opera all'interno del plico consegnato dal corriere.

Per visualizzare un esempio di una nostra "Lettera con Codice di Registrazione"...