• HOME

  • AGGIORNAMENTI

Ricerca Aggiornamenti

algolia
Digitare il testo di ricerca e premere invio.

Aggiornamenti Pubblicazioni

Richiesta di risarcimento per danni alla persona

L’art. 149, comma I, D.lgs. n. 209/2005 prevede che, in caso di sinistro tra due veicoli a motore identificati ed assicurati per la responsabilità civile obbligatoria, dal quale siano derivati danni ai veicoli coinvolti o ai loro conducenti, i danneggiati devono rivolgere la richiesta di risarcimento all’impresa di assicurazione che ha stipulato il contratto relativo al veicolo utilizzato. La procedura di risarcimento diretto si applica non solo in caso di danni al veicolo e alle cose trasportate, ma anche nelle ipotesi di danno alla persona non responsabile del sinistro stradale purchè il danno non superi il limite di cui all’art. 139 del D.lgs. n. 209/2005. L’aggiornamento riporta un fac simile di richiesta di risarcimento danni avanzata dal danneggiato nei confronti della compagnia di assicurazione del danneggiante al fine di ottenere l’accertamento, la quantificazione ed il conseguente ristoro dei danni cagionati alla persona a seguito del sinistro stradale.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Richiesta risarcimento danni degli eredi

Ai fini del risarcimento dei danni derivanti da un sinistro stradale, per persona danneggiata deve intendersi non solo il danneggiato, ma anche ogni altro soggetto, avente causa dallo stesso, il quale potrà infatti agire nei confronti del danneggiante iure hereditatis. L’aggiornamento include un fac simile di richiesta di risarcimento danni avanzata dagli eredi del defunto danneggiato.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Richiesta di risarcimento danni all'ente proprietario della strada

L’ente proprietario della strada ha l’obbligo di prevenire eventuali situazioni di pericolo mediante una costante attività di controllo e manutenzione del manto stradale, gravando sull’ente medesimo un vero e proprio obbligo di custodia della strada (art. 2051 c.c.). L’ente proprietario risponde, quindi, ai sensi della succitata disposizione normativa, dell’evento pregiudizievole riconducibile a situazioni di pericolo connesse alla struttura o alle pertinenze della strada stessa. L’aggiornamento riporta un fac simile di richiesta di risarcimento danni subiti a seguito di sinistro stradale avanzata nei confronti dell’ente proprietario della strada.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Società di comodo

Le società di comodo, c.d. “non operative”, disciplinate dalla L. n. 724/1994, sono quelle società, di persone o capitali, che, a prescindere dell’oggetto sociale dichiarato, vengono utilizzate al fine esclusivo di realizzare una mera gestione del patrimonio dei soci, non esercitando in realtà alcuna effettiva attività imprenditoriale o commerciale. In particolare, l’art. 30 della predetta legge, come modificato dall’art. 35 del D.L. n. 223/200 convertito nella L. n. 248/2006, definisce i parametri di riferimento di individuazione della natura non operativa di una società. Il meccanismo di determinazione presuntiva del reddito di cui all’art. 30 è superabile mediante prova contraria del contribuente che dimostri l’esistenza di situazioni oggettive e straordinarie, specifiche ed indipendenti dalla sua volontà, che abbiano impedito il raggiungimento della soglia di operatività e di reddito minimo presunto. L’aggiornamento ripercorre gli ultimi orientamenti giurisprudenziali in materia (Cass., sent. n. 21358 del 21 ottobre 2015; Cass., sent. n. 13699 del 5 luglio 2016; Cass., sent. n. 9852 del 20 aprile 2018; Cass., V Sez. Civile, ord. n. 31626 del 4 dicembre 2019; Cass., sent. n. 16204 del 20 giugno 2018; Cass., sent. n. 16204 del 20 giugno 2018; Cass., sent. n. 4019 del 12 febbraio 2019; Cass., sent. n. 18912 del 17 luglio 2018).

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Richiesta di risarcimento danni alla CONSAP

Il titolo X del D.lgs. n. 209/2005 (c.d. Codice delle assicurazioni private) introduce una dettagliata disciplina sul risarcimento del danno a cose o a persone nelle ipotesi di sinistri avvenuti in uno Stato membro diverso da quello di residenza degli aventi diritto, provocati dall’uso di veicoli che sono assicurati e stazionano abitualmente in uno Stato membro. In particolare, l’art. 152 prevede che l’impresa di assicurazione è tenuta a comunicare tempestivamente ai centri di informazione di tutti gli Stati membri il nome e l’indirizzo del proprio mandatario per la liquidazione dei sinistri designato in ciascuno Stato membro. L’aggiornamento riporta un fac simile di richiesta di risarcimento danni alla CONSAP, applicabile, nella pratica, in tutti i casi in cui l’impresa di assicurazione estera non abbia designato un mandatario per la liquidazione dei sinistri nel territorio della Repubblica, nonchè nelle ipotesi di inadempimento del mandatario designato.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Aggiornamenti Pubblicazioni

Aggiornamenti al 12/12/2019
1169

Scarica la nostra APP

Scarica la nostra APP e riceverai in tempo reale le notifiche degli aggiornamenti.

Come scaricare gli aggiornamenti

Oltre al libro forniamo sempre aggiornamenti e/o integrazioni per tenere aggiornato il professionista.

L'area aggiornamenti è una sezione del nostro portale dedicata ai nostri clienti che hanno comperato una nostra opera editoriale.

Gli aggiornamenti sono offerti gratuitamente ai nostri iscritti. Peranto, per poter scaricare i contenuti bisogna registrarsi con il codice di registrazione che viene fornito insieme all'opera all'interno del plico consegnato dal corriere.

Per visualizzare un esempio di una nostra "Lettera con Codice di Registrazione"...