• HOME

  • AGGIORNAMENTI

Ricerca Aggiornamenti

algolia
Digitare il testo di ricerca e premere invio.

Aggiornamenti Pubblicazioni

Reati tributari: sequestrabilità della "prima casa"

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 5608 del 12 febbraio 2021, si è pronunciata sulla questione relativa alla non sequestrabilità per reato tributario dell’immobile “prima casa” del debitore adibito ad uso abitativo, chiarendo che il limite alla espropriazione immobiliare previsto dall’art. 76, comma 1, lett. a), del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 602, nel testo introdotto dall’art. 52, comma 1, lett. g), del D.L. 21 giugno 2013, n. 69 (convertito, con modificazioni, in legge 9 agosto 2013, n. 98), opera solo nei confronti dell’Erario, per debiti tributari, e non di altre categorie di creditori, riguarda l’unico immobile di proprietà, e non la “prima casa” del debitore, e non costituisce un limite all’adozione né della confisca penale, sia essa diretta o per equivalente, né del sequestro preventivo ad essa finalizzato, precisando, altresì, che il debitore, ai sensi dell’art. 2740 c.c., risponde dell’adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri, e che le limitazioni della responsabilità non sono ammesse se non nei casi stabiliti dalla legge.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Assegno divorzile: chiarimenti della Suprema Corte

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 4215 del 17 febbraio 2021, ha chiarito che, in tema di divorzio, ai fini della determinazione dell’importo dovuto dall’ex coniuge, non possono computarsi nel patrimonio del coniuge creditore dell’assegno divorzile, calcolato ai sensi dell’art. 5, comma 6, della L. n. 898/1970, anche gli introiti percepiti dal medesimo a seguito di inadempimento nella corresponsione dell’assegno di separazione, corrisposti in unica soluzione a seguito di azione esecutiva svolta con successo.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Restitutio in integrum per il dipendente sospeso in via cautelativa

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 4411 del 18 febbraio 2021, ha chiarito che la sospensione cautelare dal servizio del pubblico dipendente ex art. 4 della L. n. 97/2001, quale misura interinale contraddistinta dal carattere della provvisorietà e della rivedibilità, è strettamente legata all’esito del procedimento disciplinare, al temine del quale è possibile stabilire se la sospensione preventiva applicata sia giustificata, ove la sanzione inflitta sia di gravità pari o maggiore della sospensione stessa. Nel caso in cui, invece, il procedimento disciplinare non venga attivato o la sanzione inflitta sia di minor gravità, al dipendente è dovuta la restitutio in integrum in relazione al periodo di sospensione cautelare non legittimato dalla sanzione irrogata. In ogni caso, sussiste a tal fine l’onere della amministrazione di dare avvio al procedimento disciplinare anche in ipotesi di cessazione medio tempore del rapporto di lavoro.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Il sistema delle intercettazioni

Pubblicata su "Il Centauro", rivista ufficiale del portale della sicurezza stradale ASAPS, la recensione del dott. Ciro Cascone, già Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Milano, sulla monografia “Le intercettazioni di conversazioni e comunicazioni”. Gli Autori, Sergio Ricchitelli e Nicola Barbuzzi, come magistralmente precisato dal dott. Cascone, offrono al lettore un panorama completo ed esaustivo su un tema da decenni al centro di dibattiti accademici ed attenzione mediatica, accompagnando lo stesso prima ad esplorare le genesi e lo sviluppo storico del sistema delle intercettazioni, per poi guidarlo con maestria nell’esegesi della disciplina vigente.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

EMERGENZA COVID-19: le novità della legge di bilancio 2021

L’INPS, con circolare n. 28 del 17 febbraio 2021, ha fornito una sintesi delle principali disposizioni in materia di ammortizzatori sociali e di misure a sostegno del reddito previste dalla Legge di bilancio 2021 (Legge 30 dicembre 2020, n. 178), illustrando le novità apportate all’impianto regolatorio sugli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro previsti per le ipotesi di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa a causa di eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Aggiornamenti Pubblicazioni

Aggiornamenti al 11/04/2021
1600

Scarica la nostra APP

Scarica la nostra APP e riceverai in tempo reale le notifiche degli aggiornamenti.

Come scaricare gli aggiornamenti

Oltre al libro forniamo sempre aggiornamenti e/o integrazioni per tenere aggiornato il professionista.

L'area aggiornamenti è una sezione del nostro portale dedicata ai nostri clienti che hanno comperato una nostra opera editoriale.

Gli aggiornamenti sono offerti gratuitamente ai nostri iscritti. Peranto, per poter scaricare i contenuti bisogna registrarsi con il codice di registrazione che viene fornito insieme all'opera all'interno del plico consegnato dal corriere.

Per visualizzare un esempio di una nostra "Lettera con Codice di Registrazione"...