• HOME

  • AGGIORNAMENTI

Ricerca Aggiornamenti

algolia
Digitare il testo di ricerca e premere invio.

Aggiornamenti Pubblicazioni

Validità ed efficacia degli atti di riscossione del funzionario di fatto

Il funzionario di fatto identifica una figura creata appositamente dalla dottrina per l'esercizio dell'azione amministrativa da parte di un soggetto non avente la connessa legittimazione a compiere detta azione. La cd. teoria del funzionario di fatto implica l'ammettere come legittimi gli atti dal medesimo posti in essere qualora “si tratti di esercizio di funzioni essenziali e/o indifferibili, che per loro natura riguardino i terzi con efficacia immediata e diretta”. Ne deriva che tale teoria può essere invocata solamente a vantaggio dei terzi e non a vantaggio dell’amministrazione procedente, assolvendo alla opportunità di salvaguardia della continuità dell’azione amministrativa e, al contempo, al bisogno di tutela dell’affidamento dell’amministrato che, senza colpa ed in buona fede, ha considerato valido l’esercizio della funzione pubblica.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Richiesta di risarcimento diretto

Il risarcimento diretto, detto anche indennizzo diretto, è la procedura di rimborso del danno applicata, per legge, a partire dal 1° febbraio 2007. Detta procedura prevede che il danneggiato, che ritiene di avere anche solo in parte ragione richieda il rimborso dei danni subiti a seguito di sinistro stradale direttamente alla propria compagnia assicurativa e non più a quella della controparte. Al riguardo, la Corte costituzionale, con sentenza n. 180 del 19 giugno 2009, ha precisato che il risarcimento diretto non rappresenta un obbligo per il danneggiato, il quale mantiene comunque la facoltà di optare per l’azione tradizionale ed agire nei confronti dell’autore del danno.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Cass. Civ., sent. n. 10423 del 15 aprile 2019

La Corte di Cassazione, chiamata a pronunciarsi sul delicato tema del consenso informato, con sentenza n. 10423 del 15 aprile 2019, ha espressamente affermato che si configura una ipotesi di lesione del diritto all’autodeterminazione ogni qual volta il paziente non abbia ricevuto alcuna preventiva informazione in merito all’intervento chirurgico effettivamente eseguito, sebbene effettuato in modo tecnicamente corretto. Già in precedenza la giurisprudenza di legittimità, considerando il consenso informato quale condizione essenziale, assoluta ed inderogabile per la liceità dell’atto operatorio – salvo casi di urgenza e di trattamento sanitario obbligatorio –, aveva sostenuto la risarcibilità del danno cagionato dalla mancata acquisizione del consenso informato del paziente in ordine all’esecuzione di un intervento chirurgico, anche nel caso in cui esso apparisse ex ante necessario sul piano terapeutico e si rivelasse ex post integralmente risolutivo della patologia lamentata, integrando comunque tale omissione dell’informazione una privazione della libertà di autodeterminazione del paziente circa la sua persona, senza che tale pregiudizio possa essere compensato dall’esito favorevole dell’intervento.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Il ruolo dell'attestatore

Con la riforma del diritto concorsuale ed il passaggio al Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza (D.lgs. 14/2019) s’individuano, tipizzandosi, procedure e qualificazioni professionali. Lo speciale allegato propone una disamina della professione di attestatore di cui si rilevano indipendenza del ruolo, tutele e responsabilità, sia contrattuali che extracontrattuali, e si include uno schema concettuale di riepilogo normativo nonché modulistica di riferimento. In particolare lo speciale è comprensivo di esempi di lettera di attestazione, relazione di verifica di conformità e di procedura svolta dalla società di revisione, “Specifiche tecniche di memorizzazione elettronica” [e di ] “trasmissione automatica” di cui all’art. 2, co. 1, D.lgs. 5 agosto 2015, n. 127. Tra le novità incluse vi sono le misure premiali (art. 25, C.c.i.i.) e, tra i riferimenti alla normativa generale, l’ex art. 67 e gli artt. 161, 182-bis L.F., (R.d. n. 267/1942), gli artt. 65, 166, 342, 352 C.c.i.i., nonché gli artt. 2086, 2382, 2399 c.c., relativamente alle modifiche in vigore con riguardo alle cause di ineleggibilità e decadenza del ruolo.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Richiesta di accesso al verbale di sinistro stradale

In caso di incidente stradale con soli danni alle cose, la parte interessata ovvero un suo legale o delegato può richiedere copia degli atti del sinistro rilevato dalla Polizia Locale - fatti salvi i sinistri mortali per i quali è prevista una procedura differente subordinata al nulla osta da parte dell’Autorità Giudiziaria -. La richiesta deve essere presentata all’Ufficio Infortunistica Stradale del Comando di Polizia Locale compilando un apposito modulo predisposto dal Comando stesso, nonchè, qualora sia previsto, accedendo e consultando il portale web del Comando. L'aggiornamento riporta un fac simile di modulo di richiesta di accesso al verbale di sinistro stradale.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Aggiornamenti Pubblicazioni

Aggiornamenti al 17/09/2019
1093

Scarica la nostra APP

Scarica la nostra APP e riceverai in tempo reale le notifiche degli aggiornamenti.

Come scaricare gli aggiornamenti

Oltre al libro forniamo sempre aggiornamenti e/o integrazioni per tenere aggiornato il professionista.

L'area aggiornamenti è una sezione del nostro portale dedicata ai nostri clienti che hanno comperato una nostra opera editoriale.

Gli aggiornamenti sono offerti gratuitamente ai nostri iscritti. Peranto, per poter scaricare i contenuti bisogna registrarsi con il codice di registrazione che viene fornito insieme all'opera all'interno del plico consegnato dal corriere.

Per visualizzare un esempio di una nostra "Lettera con Codice di Registrazione"...