La difesa del diritto di proprietà

Il legislatore dedica parte del codice civile alla tutela del diritto di proprietà, prevedendo specifiche azioni – c.d. azioni petitorie – esperibili dal proprietario contro chi turba o contesta la titolarità del suo diritto (azione di rivendicazione ex art. 948 c.c., azione negatoria ex art. 949 c.c., azione di regolamento dei confini ex art. 950 c.c, azione per apposizione dei termini ex art. 951 c.c.). In particolare, l'azione di rivendicazione può essere esercitata dal proprietario che, avendo perso il possesso del bene di sua proprietà o non essendo mai riuscito a conseguirne il possesso, intende recuperare detto bene da chi lo detiene o lo possiede. L'aggiornamento, analizzando il caso specifico di un condomino che impedisce l'accesso e l'utilizzo del cortile condominiale agli altri condomini nonchè gli orientamenti della giurisprudenza di legittimità sull'argomento (Cass., sez. II, sent. n. 5147 del 3 aprile 2003; Cass., sez. II, sent. n. 3044 del 6 febbraio 2009; Cass., sent. n. 40 dell’8 gennaio 2014), riporta un fac simile di atto di citazione per azione di rivendicazione.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 3 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...