• HOME

  • AGGIORNAMENTI
  • Sms e ‘messaggi WhatsApp’: legittima la loro acquisizione mediante riproduzione fotografica

Sms e ‘messaggi WhatsApp’: legittima la loro acquisizione mediante riproduzione fotografica

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 17552 del 6 maggio 2021, ha chiarito che, potendosi riconoscere natura di documenti ex art. 234 c.p.p. ai ‘messaggi whatsapp’ e agli sms conservati nella memoria di un telefono cellulare, è legittima la loro acquisizione mediante riproduzione fotografica, non trovando applicazione la disciplina delle intercettazioni né quella che regola l’acquisizione della corrispondenza ai sensi dell’art. 254 c.p.p.: non si versa, infatti, in un caso di captazione di un flusso di comunicazioni in corso, ma nella mera documentazione ex post di tali flussi.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 7 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...