Riconoscimento dell’impresa familiare ex art. 230-ter c.c.

L’art. 230-ter c.c. riconosce espressamente al convivente di fatto, che presta stabilmente la propria opera all'interno dell'impresa dell'altro convivente, una partecipazione agli utili dell'impresa familiare ed ai beni acquistati con essi, nonché agli incrementi dell'azienda, anche in ordine all'avviamento, commisurata al lavoro prestato. L’aggiornamento riporta un fac simile di atto di riconoscimento dell’impresa familiare, redatto nella forma dell’atto pubblico, con il quale le parti – stabilmente unite ai sensi dell’art. 1, commi 36 e seguenti, della Legge 20 maggio 2016, n. 76 – possono formalizzare l’impresa familiare, ai sensi e per gli effetti dell’art. 230-ter c.c. e dell’art. 5, comma IV, D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf

Opera a cui si riferisce questo aggiornamento

Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 156 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...