Licenziamento per giusta causa per assenza ingiustificata

La Suprema Corte, con ordinanza n. 3283 dell’11 febbraio 2020, ha affermato che il licenziamento per assenza ingiustificata, ancorché previsto dal CCNL di riferimento applicabile, può risultare sproporzionato con riferimento al caso concreto: il datore di lavoro, quindi, non può licenziare per giusta causa un proprio dipendente in tutti i casi in cui quest’ultimo non si reca sul posto di lavoro senza motivazione.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 27 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...