La clausola contrattuale di vendita a corpo

Nella vendita a corpo il prezzo del bene oggetto del contratto è determinato in relazione all’immobile nella sua globalità, indipendentemente dalle dimensioni e non in base a specifiche unità di misura. L’art. 1538 c.c. prevede, infatti, che in caso di vendita di immobile a corpo, sebbene la misura dell’immobile stesso sia stata indicata nel contratto, non si applica una diminuzione o un supplemento di prezzo, salvo che la misura reale sia inferiore o superiore di un ventesimo rispetto a quella indicata nel contratto. In ogni caso, qualora si dovesse corrispondere un supplemento di prezzo, la legge riserva all'acquirente la facoltà di scegliere se recedere dal contratto o corrispondere detto supplemento. L’aggiornamento riporta un fac simile di clausola contrattuale di vendita a corpo, avente ad oggetto un bene immobile considerato, per l’appunto, nella sua interezza, con i relativi accessori e pertinenze, nonché con gli oneri e servitù.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf

Opera a cui si riferisce questo aggiornamento

Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 154 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...