Il diritto del contribuente al contraddittorio preaccertativo

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 2243 del 2 febbraio 2021, dopo aver dichiarato illegittimo l’accertamento notificato dall’Agenzia delle Entrate senza aver effettuato il preventivo contraddittorio con il contribuente, ha statuito che l’inosservanza del termine di 60 giorni, previsto dal legislatore con l’art. 12, comma 7, dello Statuto dei diritti del contribuente e volto a garantire al contribuente un’adeguata difesa, determina, ipso facto, l’illegittimità dell’atto impositivo emesso ante tempus, anche nel caso di accessi brevi da parte dei verificatori.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 6 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...