Il delitto di maltrattamenti in famiglia "di fatto"

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 34086 del 1 dicembre 2020, ha chiarito che il delitto di maltrattamenti ex art. 572 c.p. – disposizione normativa che punisce chiunque maltratti una persona della famiglia o comunque convivente – si configura anche in presenza di un rapporto familiare di mero fatto. L’art. 572 c.p., dunque, è applicabile non solo ai nuclei familiari fondati sul matrimonio, ma anche in presenza di un rapporto familiare di mero fatto, il quale, in assenza di una stabile convivenza tra le parti, può desumersi “dall’avvio di un progetto di vita basato sulla reciproca solidarietà e assistenza”.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 25 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...