Fusione per incorporazione

Il merger leveraged buy-out – detto anche mlbo – è un’operazione finanziaria in virtù della quale la fusione (merger) avviene tra il raider – ossia il soggetto che effettua l’acquisizione (buy-out) – e la target – ossia la società oggetto di acquisizione –, operazione questa che viene finanziata da un pacchetto di debiti che verranno rimborsati utilizzando il cash flow prodotto dall’impresa acquistata, le cui attività o azioni costituiscono garanzia collaterale al debito contratto dalla società acquirente. In merito ai dubbi sollevati in dottrina ed in giurisprudenza sul carattere abusivo e predatorio dell’operazione, la stessa Corte di Cassazione è recentemente intervenuta chiarendo, con sentenza n. 868 del 16 gennaio 2019, che l’operazione di leveraged buy-out, mediante indebitamento bancario diretto, non costituisce un’operazione elusiva quando sia dimostrato che, da un lato, la medesima operazione si inquadra in un più ampio progetto di ristrutturazione societaria, quale la configurazione di un nuovo assetto proprietario-gestionale della società target e, dall’altro lato, che l’operazione non sia meramente volta ad aggirare obblighi e divieti previsti dall’ordinamento tributario, come il c.d. “divieto di assistenza finanziaria” di cui all’art. 2358 c.c., nonchè quando non sia stato compromesso l’equilibrio economico e finanziario con la fusione della società target nella Newco, tale per cui il patrimonio di quest’ultima sia in grado di garantire l’operazione di indebitamento bancario, secondo quanto previsto dall’art. 2501-bis c.c.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 15 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...