Crisi del costruttore: escutibilità della fideiussione

La Corte di Cassazione, chiamata a pronunciarsi sulla dibattuta questione dell’escutibilità della fideiussione a seguito di inadempimento della parte venditrice, con sentenza n. 21792 del 29 agosto 2019, ha statuito che l’acquirente di un edificio in corso di costruzione, in caso di inadempimento della parte venditrice, può escutere la fideiussione che gli è stata rilasciata dall’impresa costruttrice in sede di stipula del contratto preliminare solo se il contratto preliminare stesso è ancora vigente al momento dell’apertura dello stato di crisi dell’azienda.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 2 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...