Crisi da COVID-19: accordo raggiunto con i creditori ex L. n. 3/2012

L’accordo di composizione della crisi da sovraindebitamento, una volta raggiunto, è obbligatorio per tutti i creditori anteriori alla pubblicizzazione del decreto di apertura, vincola anche i silenti ed i dissenzienti. Il debitore deve dare personalmente esecuzione alle obbligazioni contenute nell’accordo. Inoltre, ai sensi di quanto previsto dall’art. 7, comma I, L. n. 3/2012, allorquando la nomina del liquidatore non sia obbligatoria, il piano può prevedere l’affidamento del patrimonio del debitore ad un gestore, nominato dal giudice, per la liquidazione, la custodia e la distribuzione del ricavato ai creditori. Si riporta fac simile di atto con il quale il gestore della crisi comunica che si è proceduto all’integrale pagamento di tutti i debitori, così come previsto dall’omologato accordo di composizione della crisi.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 23 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...