Il distacco del lavoratore

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 18888 del 15 luglio 2019, ha chiarito che, nel caso in cui un lavoratore offra temporaneamente la propria prestazione lavorativa ad un’azienda diversa da quella datrice, senza che ciò comporti anche un mutamento della titolarità del rapporto, si configura un’ipotesi di distacco del lavoratore. Disciplinato dall’art. 30 del D.lgs. n. 276/2003, il distacco del lavoratore, consiste in un provvedimento organizzativo con il quale il datore di lavoro, per soddisfare un proprio interesse, pone temporaneamente uno o più lavoratori a disposizione di altro soggetto per l’esecuzione di una determinata attività lavorativa.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 25 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...