Conversione del pignoramento ed intervento successivo dei creditori

La Suprema Corte, con ordinanza n. 411 del 13 gennaio 2020, si è pronunciata in materia di esecuzione forzata chiarendo che, nella determinazione delle somme dovute per la conversione del pignoramento, il giudice dell'esecuzione deve tener conto anche dei creditori intervenuti nel processo esecutivo in un momento successivo all’istanza di conversione, ma fino all’udienza in cui egli provvede sulla stessa con ordinanza ex art. 495, comma III, c.p.c.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 5 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...