• HOME

  • AGGIORNAMENTI
  • CONTRATTO D’OPERA PROFESSIONALE: il requisito della forma scritta ad substantiam

CONTRATTO D’OPERA PROFESSIONALE: il requisito della forma scritta ad substantiam

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 11465 del 15 giugno 2020, ha enunciato il principio di diritto in virtù del quale il contratto d’opera professionale con la pubblica amministrazione deve rivestire la forma scritta ad substantiam. L’osservanza della forma scritta richiede la redazione di un atto recante la sottoscrizione del professionista e dell’organo dell’ente legittimato ad esprimerne la volontà all’esterno, nonchè l’indicazione dell’oggetto della prestazione e dell’entità del compenso. La sussistenza del contratto, inoltre, non può ricavarsi dalla delibera dell’organo collegiale dell’ente che abbia autorizzato il conferimento dell’incarico, trattandosi di un atto di rilevanza interna di natura autorizzatoria.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf

Opera a cui si riferisce questo aggiornamento

Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 156 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...