Ricerca Aggiornamenti

algolia
Digitare il testo di ricerca e premere invio.

Aggiornamenti Pubblicazioni del 2019

Convenzioni matrimoniali: la costituzione del nubendo minore o inabilitato

La tutela del soggetto debole introdotta dal codice civile nel nostro ordinamento giuridico prevede che il soggetto inabilitato o interdetto e, parimenti, il minore, in quanto dotati di una parziale capacità d’agire o addirittura del tutto privi di detta capacità, necessitano dell'assistenza di specifiche figure per porre in essere validamente atti di natura personale. L’aggiornamento include un fac simile di costituzione del nubendo minore o inabilitato nella convenzione matrimoniale, con la previsione delle differenti formule da inserire nella convenzione stessa a seconda che il nubendo sia assistito dai genitori, dal tutore nominato dal Giudice tutelare, dal curatore speciale nominato dal Tribunale per i minorenni ex art. 90 c.c. ovvero dal curatore nominato dal Giudice tutelare.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Il contratto di vendita di eredità

Disciplinata dagli artt. 1542 e ss. c.c., la vendita di eredità è un contratto bilaterale a prestazioni corrispettive che consente la vendita dell’intero complesso ereditario acquisito dall’erede dopo l’apertura della successione. Presupposto di legittimità della vendita di eredità è l’apertura della successione; si incorrerebbe, altrimenti, in un patto successorio dispositivo, come tale nullo ex art. 458 c.c. L’aggiornamento include un fac simile di contratto di vendita di eredità, redatto con atto pubblico, con annessa previsione delle clausole necessarie per la descrizione dei beni oggetto della vendita.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

La clausola contrattuale: forma convenzionale di contratto

L’art. 1532 c.c. dispone espressamente che qualora le parti abbiano convenuto per iscritto di adottare una determinata forma per la futura conclusione di un contratto, si presume che la forma sia stata voluta per la validità di questo. Le clausole contrattuali, in ossequio al principio dell’autonomia contrattuale, possono essere apposte dalle parti in un qualsiasi contratto, nei limiti stabiliti dalla legge, al fine di inserire nello stesso patti accessori di vario contenuto. L’aggiornamento include un fac simile di clausola contrattuale atta a statuire sulla forma del contratto, nonchè di eventuali modifiche ai patti propri del contratto stesso.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf

Opera a cui si riferisce questo aggiornamento

VAI ALL'AGGIORNAMENTO

La nullità delle fideiussioni omnibus - Corte di Cassazione, ord. n. 29810 del 12 dicembre 2017

Con una pronuncia di grande impatto innovativo – ordinanza n. 29810 del 12 dicembre 2017 – la Corte di Cassazione ha sancito per la prima volta la nullità delle fideiussioni bancarie attive rilasciate sulla base di moduli conformi alle “Condizioni generali per la fideiussione a garanzia delle operazioni bancarie”, elaborate nell’anno 2002 dall’ABI, per violazione dell’art. 2 della legge antitrust (L. n. 287 del 10 ottobre 1990). La violazione della disciplina antitrust discende, per l’esattezza, dall’applicazione degli artt. 2, 6 e 8 dello schema ABI contenenti rispettivamente la clausola di riviviscenza, la clausola di rinuncia al termine decadenziale e quella di sopravvenienza. L’aggiornamento, dopo un approfondimento sulla vicenda oggetto della suindicata pronuncia e sugli orientamenti giurisprudenziali susseguitisi sull’argomento, riporta il testo integrale della ordinanza della Corte di Cassazione n. 29810 del 12 dicembre 2017 ed una ricostruzione di quelle che erano le condizioni generali uniformi per la fideiussione omnibus predisposte dall’ABI ed antecedenti all’emanazione del provvedimento della Banca d’Italia n. 55/2005.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf

Opera a cui si riferisce questo aggiornamento

VAI ALL'AGGIORNAMENTO

L'unione: convivenza e scioglimento

Disciplinato ed introdotto dalla L. 76 del 20 maggio 2016, il contratto di convivenza permette ai conviventi di disciplinare i rapporti patrimoniali relativi alla loro vita in comune. Non sussistono particolari vincoli in merito al contenuto, quanto alla forma, però, il contratto di convivenza deve essere redatto in forma scritta, a pena di nullità, con atto pubblico o scrittura privata, con sottoscrizione autenticata da un notaio o da un avvocato, i quali ne devono attestare la conformità alle norme imperative e all’ordine pubblico. L’aggiornamento riporta un fac simile di contratto convivenza, con l’inserzione di tutte le formule necessarie, in caso di scioglimento del contratto stesso, alla predisposizione degli accordi in materia di abitazione comune e rapporti patrimoniali.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Aggiornamenti Pubblicazioni

2019 (filtro attivo)
Aggiornamenti al 22/10/2019
1119

Come scaricare gli aggiornamenti

Oltre al libro forniamo sempre aggiornamenti e/o integrazioni per tenere aggiornato il professionista.

L'area aggiornamenti è una sezione del nostro portale dedicata ai nostri clienti che hanno comperato una nostra opera editoriale.

Gli aggiornamenti sono offerti gratuitamente ai nostri iscritti. Peranto, per poter scaricare i contenuti bisogna registrarsi con il codice di registrazione che viene fornito insieme all'opera all'interno del plico consegnato dal corriere.

Per visualizzare un esempio di una nostra "Lettera con Codice di Registrazione"...