Ricerca Aggiornamenti

algolia
Digitare il testo di ricerca e premere invio.

Aggiornamenti Pubblicazioni del 2019

Decreto Legge n. 124 del 26 ottobre 2019

Il Decreto Legge n. 124 del 26 ottobre 2019, in vigore dal 27 ottobre 2019, articolato in 60 articoli, interviene principalmente in tema di lotta all’evasione fiscale e contributiva e di contrasto alle frodi fiscali. Tra le tante novità, infatti, assumono particolare rilievo l’inasprimento delle pene e delle sanzioni penali tributarie comminate per i reati fiscali, l’introduzione di un nuovo limite all’utilizzo del contante, la riapertura dei termini per l’accesso all’agevolazione fiscale della rottamazione-ter delle cartelle esattoriali, nonché la previsione della lotteria degli scontrini con speciali premi per incentivare la richiesta di rilascio di documenti di certificazione fiscale.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Il calcolo del valore della rendita vitalizia: dubbi di costituzionalità

Il dato normativo di riferimento per il calcolo del valore della base imponibile ai fini dell’imposta di registro è l’art. 46 del d.P.R. n. 131/1986 (TUIR) che, al comma 1, prevede che la base imponibile degli atti costitutivi di rendite è costituita dalla somma pagata o dal valore dei beni ceduti dal beneficiario ovvero, se maggiore, dal valore della rendita. Il presente aggiornamento, dopo un dettagliato excursus sugli istituti della rendita vitalizia (art. 1872 c.c.) e dell’usufrutto vitalizio si sofferma sull’analisi della nebulosità del parametro da applicare, per espressa previsione normativa, nel calcolo del valore della rendita vitalizia ai fini dell’imposta di registro, evidenziandone i profili di incostituzionalità per violazione degli articoli 3 e 53 della Costituzione.

Questo aggiornamento è disponibile in formato Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Decreto Legislativo n. 125 del 4 ottobre 2019

Il D.Lgs. n. 125 del 4 ottobre 2019 - recante modifiche ed integrazioni ai decreti legislativi 25 maggio 2017, n. 90 e n. 92, recanti attuazione della direttiva (UE) 2015/849, nonché attuazione della direttiva (UE) 2018/843 che modifica la direttiva (UE) 2015/849, relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario ai fini di riciclaggio e finanziamento del territorio e che modifica le direttive 2009/138/CE e 2013/36/UE - in vigore dal 10 novembre p.v., recepisce nel nostro ordinamento la Direttiva UE n. 2018/843 - c.d. V Direttiva antiriciclaggio -, introducendo importanti modificazioni ed integrazioni alla disciplina vigente in materia di antiriciclaggio. Le novità di maggiore rilievo concernono l’amplimento dell’ambito di applicazione della disciplina dettata dal D.lgs. n. 231/2007 e quindi dei soggetti destinatari degli obblighi antiriciclaggio, l’introduzione di misure di adeguata verifica rafforzata per gli intermediari bancari o finanziari, nonchè la previsione di diversi strumenti utilizzabili dalle autorità di vigilanza per mitigare il rischio connesso ai Paesi terzi.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Le cartelle esattoriali ed i condoni fiscali

Come sostenuto da costante giurisprudenza di legittimità, l’impugnazione della cartella di pagamento, con cui l’Amministrazione liquida le imposte calcolate sulla base dei dati forniti dallo stesso contribuente, origina comunque una controversia definibile in forma agevolata, ai sensi dell’art. 16 della L. n. 289/2002, in quanto detta cartella, essendo l’unico atto portato a conoscenza del contribuente con cui si rende nota la pretesa fiscale e non essendo preceduta da avviso di accertamento, è impugnabile non solo per vizi propri della stessa ma anche per questioni che attengono direttamente al merito della pretesa fiscale ed ha, quindi, natura di atto impositivo.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Applicabilità della procedura di definizione agevolata alla cartella di pagamento emessa ex art. 36-bis del d.P.R. n. 600/1973

La Suprema Corte, chiamata a pronunciarsi sulla questione della impugnabilità della cartella di pagamento emessa ai sensi dell’art. 36-bis del d.P.R. n. 600/1973 al termine della procedura di liquidazione automatica, con ordinanza n. 27271 del 24 ottobre 2019, ha chiarito che rientra nell’ambito di applicazione della procedura della definizione agevolata di cui all'art. 16 della L. n. 289/2002 anche la suddetta cartella di pagamento, trattandosi del primo atto con il quale è esercitata la pretesa fiscale e non essendo la stessa preceduta da alcun avviso di accertamento.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Aggiornamenti Pubblicazioni

2019 (filtro attivo)
Aggiornamenti al 17/11/2019
1137

Come scaricare gli aggiornamenti

Oltre al libro forniamo sempre aggiornamenti e/o integrazioni per tenere aggiornato il professionista.

L'area aggiornamenti è una sezione del nostro portale dedicata ai nostri clienti che hanno comperato una nostra opera editoriale.

Gli aggiornamenti sono offerti gratuitamente ai nostri iscritti. Peranto, per poter scaricare i contenuti bisogna registrarsi con il codice di registrazione che viene fornito insieme all'opera all'interno del plico consegnato dal corriere.

Per visualizzare un esempio di una nostra "Lettera con Codice di Registrazione"...