Ricerca Aggiornamenti

algolia
Digitare il testo di ricerca e premere invio.

Aggiornamenti Pubblicazioni del 2019

Richiesta di sottoposizione del dannegiato a visita medico-legale

In caso di sinistro stradale, la visita medico legale è indispensabile per poter chiedere il risarcimento di un eventuale danno fisico e/o psichico riportato a seguito del sinistro. Come precisato più volte dalla giurisprudenza di legittimità, il comportamento del danneggiato deve essere improntato a buona fede e correttezza, essendo il danneggiato tenuto a collaborare con l’assicuratore per consentirgli di effettuare l’accertamento e la valutazione del danno, attività finalizzate a una proposta conciliativa che sia concretamente riferibile agli elementi comunicati dal richiedente e potenzialmente idonea ad evitare il giudizio. Il rifiuto del danneggiato a sottoporsi a visita medica richiesta dall'impresa assicuratrice del danneggiante determina, quale effetto, quello di sospendere nei confronti dell’impresa di assicurazione del danneggiante i termini di cui all’art. 148 del D.lgs. n. 209/2005 - termini che la legge pone a carico dell’impresa di assicurazione per formulare l’offerta risarcitoria - e non anche dei termini relativi alla procedibilità dell’azione risarcitoria giudiziaria ex art. 145 D.lgs. n. 209/2005. L’aggiornamento include un fac simile di lettera a mezzo della quale il difensore del danneggiato invita la compagnia di assicurazione del soggetto danneggiante a sottoporre il proprio assistito, chiuso il certificato di malattia, a visita medico-legale ai fini della quantificazione e determinazione della percentuale del danno biologico.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Richiesta di risarcimento per danni alle cose

In virtù di quanto disposto dall’art. 148, comma I, D.lgs. n. 209/2005 – c.d. Codice delle assicurazioni private –, per i sinistri con soli danni a cose, la richiesta di risarcimento deve recare l'indicazione degli aventi diritto al risarcimento e del luogo, dei giorni e delle ore in cui le cose danneggiate sono disponibili, per non meno di cinque giorni non festivi, per l'ispezione diretta ad accertare l'entità del danno. L’aggiornamento riporta un fac simile di richiesta di risarcimento danni avanzata dal danneggiato nei confronti della compagnia di assicurazione del danneggiante al fine di ottenere l’accertamento, la quantificazione ed il conseguente ristoro dei danni cagionati alle cose a seguito del sinistro stradale.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Richiesta di risarcimento per danni al pedone

L'ipotesi di sinistro che coinvolga un pedone, per espressa disposizione di legge, non rientra nell’ambito di applicazione dell’istituto del c.d. indennizzo diretto o risarcimento diretto. In tal caso, dunque, si applica la procedura di risarcimento di cui all’art. 148 del Codice delle Assicurazioni Private. Il pedone danneggiato deve, quindi, inoltrare richiesta di risarcimento danni (fisici, patrimoniali e non patrimoniali) a mezzo raccomandata al conducente, al proprietario del mezzo - se diverso dal conducente - ed alla compagnia che assicura il veicolo. L’aggiornamento riporta un fac simile di richiesta di risarcimento danni avanzata dal pedone nei confronti della compagnia di assicurazione del danneggiante al fine di ottenere il ristoro dei danni subiti a seguito del sinistro stradale.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Richiesta di risarcimento per danni alla persona

L’art. 149, comma I, D.lgs. n. 209/2005 prevede che, in caso di sinistro tra due veicoli a motore identificati ed assicurati per la responsabilità civile obbligatoria, dal quale siano derivati danni ai veicoli coinvolti o ai loro conducenti, i danneggiati devono rivolgere la richiesta di risarcimento all’impresa di assicurazione che ha stipulato il contratto relativo al veicolo utilizzato. La procedura di risarcimento diretto si applica non solo in caso di danni al veicolo e alle cose trasportate, ma anche nelle ipotesi di danno alla persona non responsabile del sinistro stradale purchè il danno non superi il limite di cui all’art. 139 del D.lgs. n. 209/2005. L’aggiornamento riporta un fac simile di richiesta di risarcimento danni avanzata dal danneggiato nei confronti della compagnia di assicurazione del danneggiante al fine di ottenere l’accertamento, la quantificazione ed il conseguente ristoro dei danni cagionati alla persona a seguito del sinistro stradale.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Richiesta risarcimento danni degli eredi

Ai fini del risarcimento dei danni derivanti da un sinistro stradale, per persona danneggiata deve intendersi non solo il danneggiato, ma anche ogni altro soggetto, avente causa dallo stesso, il quale potrà infatti agire nei confronti del danneggiante iure hereditatis. L’aggiornamento include un fac simile di richiesta di risarcimento danni avanzata dagli eredi del defunto danneggiato.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Aggiornamenti Pubblicazioni

2019 (filtro attivo)
Aggiornamenti al 24/10/2020
1446

Come scaricare gli aggiornamenti

Oltre al libro forniamo sempre aggiornamenti e/o integrazioni per tenere aggiornato il professionista.

L'area aggiornamenti è una sezione del nostro portale dedicata ai nostri clienti che hanno comperato una nostra opera editoriale.

Gli aggiornamenti sono offerti gratuitamente ai nostri iscritti. Peranto, per poter scaricare i contenuti bisogna registrarsi con il codice di registrazione che viene fornito insieme all'opera all'interno del plico consegnato dal corriere.

Per visualizzare un esempio di una nostra "Lettera con Codice di Registrazione"...